I più votati 5 stampanti 3d – le recensioni di tutti i modelli con offerte online en 2021

Tutto sulle stampanti 3d
Uno strumento rivoluzionario ma sempre più a portata di tutti, da usare nelle aziende, negli ospedali e persino nelle case: parliamo della stampante 3D.

Stampanti 3D: cosa sono?
La stampante 3D che si sta affacciando in maniera sempre più prepotente sul mercato, è un interessante strumento di output in grado di realizzare un modello tridimensionale attraverso una produzione additiva.

Cosa significa? Che l’immagine che vediamo all’interno del computer, creata tramite un software di modellazione 3D può diventare un oggetto reale, senza attendere che le sue differenti parti vengano assemblate in una fabbrica. Davvero un lungo viaggio, se si pensa a quanta strada è stata fatta a partire dalla stampa inventata da Gutenberg: e si tratta senza dubbio di un’importante rivoluzione in tanti campi, da quello medico alla produzione industriale.

Come funziona la stampante 3D
Alla base della stampante 3D ci possono essere differenti tecnologie: come del resto nella stampante classica, che un tempo era ad aghi, a getto d’inchiostro o laser. La differenza di base riguarda il modo in cui vengono stampati i materiali e le tipologie di materiali utilizzati.

Ci sono stampanti che usano polveri e altre che invece utilizzano polimeri altri ancora sistemi di laminazione.

Seguendo il progetto realizzato con un software di modellazione 3D, si potranno ottenere oggetti delle dimensioni di pochi millimetri o di svariati metri.

Breve Storia della stampante 3D
Ufficialmente la stampante 3D nasce nel 1982 grazie all’opera di Chuck Hull e della sua sDSystem, che crea il primo esempio commerciale di rapid prototyping e del formato STL, brevettato nel 1986.

Nel 1988 Crump brevetta la stampa con materiale fuso, mentre nel 1993 crea una stampante con tecnologia a colori Three dimensional printing.

Altro input interessante arriva dall’Europa, quando in Germania viene creato il Selective laser melting che fonde polveri di metallo con densità fino al 98%.

Nel 2002 nasce la tecnologia a fascio di elettroni.

Nel 2005 viene creato il Paper 3D laminated printing con la sovrapposizione dei fogli e la stampa a colori.

La svolta però arriva con la Self replicating rapid Prototyper: si tratta di una stampante che replica se stessa. Oggi infine, grazie a servizi come shapeways potete avvalervi di un network di stampanti 3D senza possederne di fatto una.

Fasce di prezzo delle stampanti 3D
I prezzi delle stampanti 3D sono scesi in maniera significativa nel corso degli ultimi anni. Mentre prima infatti erano proibitivi anche per un’azienda, ora ci sono modelli che vanno da circa 600 euro fino a circa 6000 mila euro. Ovviamente se i prezzi salgono, maggiori sono le capacità della stampante stessa che garantisce funzionalità più avanzate e risoluzione d’eccezione.

Costi di stampa dei materiali
Dopo l’acquisto della stampante 3D va tenuto conto anche del costo dei materiali utilizzati, che non sono ovviamente i classici fogli di carta. E quindi facciamo alcuni esempi: una bobina di PLA (Acido Poliattico) colorata, del peso di un chilo costa circa 35 euro. Stesso prezzo per una bobina di ABS – Acidonitrile butadiene stirene. Un print-pad, ovvero un piano di stampa, può avere prezzi superiori ai 100 euro.

Principali metodi della stampante 3D
Il processo ad estrusione di materiale come gesso o resine, è il più veloce, e stampa uno strato alla volta, a cui poi si va a sovrapporre lo strato successivo insieme ad un legante. Si tratta di un metodo rapido e che permette di stampare a colori.

Il DPL, o Digital Light Processing, usa un polimero liquido che si indurisce alla luce e che viene esposto appunto alla luce dalla piastra di costruzione che man mano scende verso il basso, fino alla totale realizzazione del processo. Il polimero in eccesso viene poi lavato via.

FDM fused deposition modeling nasce come tecnologia per la saldatura dei fogli plastici, ed è stata poi adattata a rese differenti. Un ugello deposita il polimero che è stato fuso su una struttura, uno strato alla volta. L’oggetto può essere rafforzato inserendo un metallo.

Fusione selettiva: serve soprattutto per i metalli ed è la fusione selettiva di un mezzo stampato in un letto granulare

Microfabbricazione: in un blocco di gel l’oggetto 3D da realizzare viene evidenziato da un raggio laser. Usato in genere per configurazioni sotto i 10 nano millimetri.

Materiali utilizzati nella stampa 3D
Ovviamente in base alle differenti tecnologie sfruttate da ogni stampante, cambiano anche i materiali usati. In genere parliamo di sostanze termoplastiche e fotopolimeri. Se invece si tratta di una stampa con sinterizzazi

La stampante 3D che si sta affacciando in maniera sempre più prepotente sul mercato, è un interessante strumento di output in grado di realizzare un modello tridimensionale attraverso una produzione additiva.

Cosa significa? Che l’immagine che vediamo all’interno del computer, creata tramite un software di modellazione 3D può diventare un oggetto reale, senza attendere che le sue differenti parti vengano assemblate in una fabbrica. Davvero un lungo viaggio, se si pensa a quanta strada è stata fatta a partire dalla stampa inventata da Gutenberg: e si tratta senza dubbio di un’importante rivoluzione in tanti campi, da quello medico alla produzione industriale.

Come funziona la stampante 3D
Alla base della stampante 3D ci possono essere differenti tecnologie: come del resto nella stampante classica, che un tempo era ad aghi, a getto d’inchiostro o laser. La differenza di base riguarda il modo in cui vengono stampati i materiali e le tipologie di materiali utilizzati.

Ci sono stampanti che usano polveri e altre che invece utilizzano polimeri altri ancora sistemi di laminazione.

Seguendo il progetto realizzato con un software di modellazione 3D, si potranno ottenere oggetti delle dimensioni di pochi millimetri o di svariati metri.

Breve Storia della stampante 3D
Ufficialmente la stampante 3D nasce nel 1982 grazie all’opera di Chuck Hull e della sua sDSystem, che crea il primo esempio commerciale di rapid prototyping e del formato STL, brevettato nel 1986.

Nel 1988 Crump brevetta la stampa con materiale fuso, mentre nel 1993 crea una stampante con tecnologia a colori Three dimensional printing.

Altro input interessante arriva dall’Europa, quando in Germania viene creato il Selective laser melting che fonde polveri di metallo con densità fino al 98%.

Nel 2002 nasce la tecnologia a fascio di elettroni.

Nel 2005 viene creato il Paper 3D laminated printing con la sovrapposizione dei fogli e la stampa a colori.

La svolta però arriva con la Self replicating rapid Prototyper: si tratta di una stampante che replica se stessa. Oggi infine, grazie a servizi come shapeways potete avvalervi di un network di stampanti 3D senza possederne di fatto una.

Fasce di prezzo delle stampanti 3D
I prezzi delle stampanti 3D sono scesi in maniera significativa nel corso degli ultimi anni. Mentre prima infatti erano proibitivi anche per un’azienda, ora ci sono modelli che vanno da circa 600 euro fino a circa 6000 mila euro. Ovviamente se i prezzi salgono, maggiori sono le capacità della stampante stessa che garantisce funzionalità più avanzate e risoluzione d’eccezione.

Costi di stampa dei materiali
Dopo l’acquisto della stampante 3D va tenuto conto anche del costo dei materiali utilizzati, che non sono ovviamente i classici fogli di carta. E quindi facciamo alcuni esempi: una bobina di PLA (Acido Poliattico) colorata, del peso di un chilo costa circa 35 euro. Stesso prezzo per una bobina di ABS – Acidonitrile butadiene stirene. Un print-pad, ovvero un piano di stampa, può avere prezzi superiori ai 100 euro.

Principali metodi della stampante 3D
Il processo ad estrusione di materiale come gesso o resine, è il più veloce, e stampa uno strato alla volta, a cui poi si va a sovrapporre lo strato successivo insieme ad un legante. Si tratta di un metodo rapido e che permette di stampare a colori.

Il DPL, o Digital Light Processing, usa un polimero liquido che si indurisce alla luce e che viene esposto appunto alla luce dalla piastra di costruzione che man mano scende verso il basso, fino alla totale realizzazione del processo. Il polimero in eccesso viene poi lavato via.

FDM fused deposition modeling nasce come tecnologia per la saldatura dei fogli plastici, ed è stata poi adattata a rese differenti. Un ugello deposita il polimero che è stato fuso su una struttura, uno strato alla volta. L’oggetto può essere rafforzato inserendo un metallo.

Fusione selettiva: serve soprattutto per i metalli ed è la fusione selettiva di un mezzo stampato in un letto granulare

Microfabbricazione: in un blocco di gel l’oggetto 3D da realizzare viene evidenziato da un raggio laser. Usato in genere per configurazioni sotto i 10 nano millimetri.

Materiali utilizzati nella stampa 3D
Ovviamente in base alle differenti tecnologie sfruttate da ogni stampante, cambiano anche i materiali usati. In genere parliamo di sostanze termoplastiche e fotopolimeri. Se invece si tratta di una stampa con sinterizzazi

Tabella comparativa

stampanti 3dImmagineProdottoVerifica il prezzo
#1CTC A8 Stampanti 3D, Kit Stampante Desktop 3D Prusa I3, Stampanti 3D Fai Da Te Di Alta Precisione 220 * 220 * 240Mm Dimensione Di StampaCTC A8 Stampanti 3D, Kit Stampante Desktop 3D Prusa I3, Stampanti 3D Fai Da Te Di Alta Precisione 220 * 220 * 240Mm Dimensione Di StampaControlla il prezzo su Amazon
#2Anycubic Upgraded Prusa I3 Desktop DIY Kit Stampante 3D Con 1Kg PLA FilamentAnycubic Upgraded Prusa I3 Desktop DIY Kit Stampante 3D Con 1Kg PLA FilamentControlla il prezzo su Amazon
#3Geeetech Prusa I3 Pro B Stampante 3D In Acrilicocon Kit Non MontatoGeeetech Prusa I3 Pro B Stampante 3D In Acrilicocon Kit Non MontatoControlla il prezzo su Amazon
#4HICTOP 24V Schermo 3D Stampante Prusa L3 Livellamento Automatico Monitor Filamento Kit DIY AlluminioHICTOP 24V Schermo 3D Stampante Prusa L3 Livellamento Automatico Monitor Filamento Kit DIY AlluminioControlla il prezzo su Amazon
#5FlashForge 10745 Stampante 3D Creator Pro Stampante Doppio Estrusore A Ottimizzato Piastra Costruire E Aggiornata Holder SpoolFlashForge 10745 Stampante 3D Creator Pro Stampante Doppio Estrusore A Ottimizzato Piastra Costruire E Aggiornata Holder SpoolControlla il prezzo su Amazon

Qual è il Consigliati 5 stampanti 3d:

1. CTC A8 Stampanti 3D, Kit Stampante Desktop 3D Prusa I3, Stampanti 3D Fai Da Te Di Alta Precisione 220 * 220 * 240Mm Dimensione Di Stampa

CTC A8 Stampanti 3D, Kit Stampante Desktop 3D Prusa I3, Stampanti 3D Fai Da Te Di Alta Precisione 220 * 220 * 240Mm Dimensione Di Stampa

2. Anycubic Upgraded Prusa I3 Desktop DIY Kit Stampante 3D Con 1Kg PLA Filament

Anycubic Upgraded Prusa I3 Desktop DIY Kit Stampante 3D Con 1Kg PLA Filament

  • ANYCUBIC Ultrabase:ANYCUBIC piattaforma brevettata, super sdhesion, frullato reticolo superficie inferiore. Più facile a decollare modello da mani nude
  • Volume di stampa più grandi:8.27″x8.27″x9.84″ (210x210x250mm); 1,75 volte più grande confrontare con la vecchia versione
  • Parti pre-assemblate complicati, meno tempo per l’installazione di moduel
  • Più stabile struttura: telaio in acrilico rinforzato da barra metallica fissa, portare un modello più preciso
  • Due ventole funzionali rendono i modelli raffreddati più velocemente

3. Geeetech Prusa I3 Pro B Stampante 3D In Acrilicocon Kit Non Montato

Geeetech Prusa I3 Pro B Stampante 3D In Acrilicocon Kit Non Montato

  • 1. Certificazioni: CE ed FCC
  • 2. Filamenti supportati: PLA ed ABS
  • 3. Servizio di supporto: Supporto tecnico online (Whatsapp)
  • 4. Garanzia: 90 giorni di garanzia per l’estrusore e 6 mesi di garanzia per le altre parti

4. HICTOP 24V Schermo 3D Stampante Prusa L3 Livellamento Automatico Monitor Filamento Kit DIY Alluminio

HICTOP 24V Schermo 3D Stampante Prusa L3 Livellamento Automatico Monitor Filamento Kit DIY Alluminio

  • SCHERMO CON FILAMENTO: l’allarme e il blocco di stampa si attivano se il filamento è vuoto. La stampa riprende una volta sostituito il filamento.
  • LIVELLAMENTO AUTOMATICO: Calcola e adatta la distanza tra gli ugelli di stampa e il supporto caldo.
  • PARTI MIGLIORATE: Nuove aste vite a T, supporti asse X d’iniezione, alimentazione 24V/15A.
  • Controller in linea, cavi raggruppati. Non temere mai più un collegamento elettrico errato, devi soltanto collegare gli interruttori.
  • DIMENSIONI STAMPA: Dimensioni massime di stampa 270X210X180mm. Non avrai più limiti di dimensione.

5. FlashForge 10745 Stampante 3D Creator Pro Stampante Doppio Estrusore A Ottimizzato Piastra Costruire E Aggiornata Holder Spool

FlashForge 10745 Stampante 3D Creator Pro Stampante Doppio Estrusore A Ottimizzato Piastra Costruire E Aggiornata Holder Spool

  • Assemblea di schermo e il pulsante a LED utilizzare il modulo unico, disegno di isolamento e slot per schede SD sul retro evitare perfettamente interruzione stampa
  • 6,5 millimetri caldo resistente piattaforma di stampa lega con superficie piana, calore anche, mai deformare; supporto metallico forniscono la stampa costante ed è più facile da regolare
  • Dotato di porta frontale acrilico smontabile e coperchio superiore, stampa con ABS, stabilità strutturale assicura ad alta velocità e alta precisione costante
  • Rod diametro guida aumenta a 10 mm, perfettamente abbinare tutta l’assemblea aggiornato e garantisce la stampa precisa e costante.
  • Compatibilità Filamento: ABS / PLA / HIPS / PVA, Sistemi Operativi Compatibili: Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Mac OX, Linux, Numero Estrusori: 2 ; Velocità del braccio: 40-200 mm/s, Risoluzione: 0.1~0.2 mm

Leave a Comment