Il Migliore Forno a Microonde del 2022

Qual è il miglior forno a microonde?

Oggi vorrei parlare dei migliori forno a microonde che esistono sul mercato.

Si tratta di una ricerca che ho dovuto fare a causa della rottura del mio vecchio dispositivo. Ho consultato diversi marchi per decidere quale forno a microonde acquistare.

Ho deciso, così, di scrivere questo articolo per tutte le persone che desiderano acquistare un forno a microoonde ma non sanno decidere quale sia il migliore. Voglio, in ogni caso, avvertire che tra tutte queste alternative, ognuna di esse sembra essere pienamente adatta al suo scopo.

Confronto fra i migliori microonde domestici del 2022

Table setup not completed.

Prodotti consigliati

1
Cecotec Microwave All Black Grill. Potenza 700 Watt, capacità 20l, griglia 900 Watt, 9 livelli di funzionamento, timer 30 min, modalità di scongelamento, finitura nera
  • Microonde con grill di facile guida e modi di usare molto semplice con mando giratorio meccanico.
  • Temporizzatore fino 30 minuti e suoneria di finale di cottura.
  • 700W con 5 livelli di potenza e modo automatico di sbrinamento.
  • Grill di 900W e 3 modi combinati.
  • Esteriore con colore argento e frontale nero. Cavità smaltata in grigio con 20 Litri di capacità.
2
Daewoo KOG-837RS Forno a Microonde Digitale Combinato Grill, Inox, 23 lt
  • Microonde 23 lt, digitale, combinato con grill
  • 800w combinato con grill, 1050w di potenza griglia, griglia al quarzo, crisp superiore, 5 livelli di potenza, 4 programmi cottura automatica
  • Sicurezza bambini, allarme sonoro, arresto automatico, esclusivo sistema riflettente concavo crs
  • Piatto da 25,5 cm, cavità inox, colore inox
3
Samsung ME83X Forno Microonde, 23 Litri, 800 W, Nero
  • Posizionamento dell'apparecchio: superficie piana
  • Capacità interna: 23 L
  • Potenza Microonde: 800 W
  • Tensione di ingresso AC: 230-240 V
4
MICROONDAS MWE 225 G INOX 20lt, 700W, 5 niveles, 8 menús, grill cuarzo, 1 mando, display, plato giratorio 255mm, temporizador 95min, Inox
  • Sbrinamento automatico in base al peso e al tempo
  • Grigio interno
  • Giradischi integrato diametro 25,5 cm; cerniera della porta a sinistra

Guida per l’acquisto dei migliori microonde

Quando si sceglie il miglior forno a microonde, è necessario prestare attenzione ai diversi aspetti che illustrerò qui di seguito. Tenendo conto di tali criteri e cercando consigli tra gli altri acquirenti, potrai trovare l’alternativa ideale per te.

Potenza di riscaldamento

La potenza di riscaldamento è utile sostanzialmente per darci un’idea di quanto rapidamente agisca il nostro forno a microonde. Allo stesso tempo, è importante tenerne conto per sapere se sia possibile eseguire diverse operazioni. In molti casi, avremo bisogno di una potenza minore per alcuni alimenti, sebbene in realtà molte persone lo impstano alla potenza limite per qualsiasi alimento, il che è totalmente sconsigliabile. Un forno a microonde dovrebbe disporre di un minimo di 600 W come potenza massima.

Capacità

Minore è la capacità del tuo forno a microonde, minore saranno le cose che potrai fare con esso. Se desideri solo riscaldare una bevanda o un alimento di tanto in tanto, potresti prendere in considerazione un forno piccolo. La capacità ideale varia fra i 18 litri e i 23 litri. Con questo sarà possibile scongelare qualche alimento che, in caso contrario, andrà scongelato in forno. Pertanto, sarà necessario tenere conto non solo della capacità necessaria per l’utilizzo quotidiano, ma anche degli usi più eccezionali come nel caso dello scongelamento.

Modalità incluse per il riscaldamento

Come abbiamo detto, la maggior parte dei microonde include funzioni, quali scongelamento e riscaldamento. Tuttavia, altri includono la funzione grill che permette una cottura differente. Va detto che, se dotati degli utensili adeguati, potremmo ottenere molto di più dal nostro forno a microonde. Sarà necessario assicurarci che il nostro forno a microonde abbia almeno una funzione di scongelamento e riscaldamento. Qualora disponga anche di una griglia, allora, in quel caso, potremo svolgere altre funzioni extra davvero molto interessanti.

Come funziona un forno a microonde?

Un forno a microonde, per quanto sorprendente possa sembrare, è in realtà una macchina in movimento. Più precisamente, è una macchina a movimento atomico. Infatti, il calore delle cose dipende dal movimento dei loro atomi. Più veloci si muovono, più caldo sarà l’alimento. Ciò che fa un forno a microonde è emettere onde che vengono assorbite da sostanze come l’acqua o lo zucchero.

In questo modo, ciò che fa è metterli in movimento e dunque causare il riscaldamento di tutte le particelle che lo circondano. Questo è il motivo per il quale diciamo che, in un certo senso, il forno a microonde è un agitatore atomico che ha il potere di riscaldare il cibo come per magia. A seconda della lunghezza d’onda, la sua potenza sarà maggiore o minore.

Chi ha inventato il microonde?

Come molte altre invenzioni nella storia dell’umanità, è stato creato per “caso”. In un giorno qualsiasi del 1945, mentre si trovava sul posto di lavoro, l’ingegnere americano di nome Percy Spencer stava lavorando a un altro progetto di miglioria per un radar; fu allora che si rese conto che la barretta di cioccolato in tasca iniziava a sciogliersi.
Circondato da magnetroni (un dispositivo che trasforma l’energia elettrica in energia elettromagnetica sotto forma di una microonda), si rese conto che ciò influenzava la barretta di cioccolato riscaldandola grazie a microonde elettromagnetiche a bassa intensità. Dopo diverse prove con altri alimenti, due anni dopo il forno a microonde è stato messo sul mercato e ora tutti lo utilizzano per cucinare.

Di cosa sono fatti i microonde?

Un microonde è completamente rivestito in metallo, con anche delle parti in alluminio, vetro e cavi elettrici. In pratica, i forni a microonde sono realizzati con circuiti chiusi di materiali conduttori (acciaio, leghe, ecc.), che lo rendono un apparecchio resistente alle radiazioni.

Parti del microonde

Sebbene sembri molto complesso, il suo funzionamento è davvero molto semplice. Infatti, sono presenti poche parti o componenti a comporre il forno a microonde. Fondamentalmente le sue parti sono:

  • Il magnetron: senza di esso non si può chiamare forno a microonde. Questa lampada è essenziale perché è quella che emette le piccole onde ad alta frequenza (microonde) che vengono utilizzate per riscaldare gli alimenti. È fondamentalmente un tubo elettronico di tipo diodo (che fa circolare la corrente in una sola direzione).
  • L’anodo: è un cilindro di ferro cavo (polo positivo) con cavità interne (risonante).
  • Il filamento: è il riscaldatore che funge da catodo (polo negativo) nel tubo (magnetron).
  • L’antenna: è quella che trasmette l’energia delle microonde.
  • La scatola di risonanza: grazie ad essa, queste piccole onde “rimbalzano” intorno allo stesso asse, ritornando allo stesso punto e formando un’onda stazionaria che incide sugli alimenti interessati. Senza questa cassa di risonanza (magnete), le onde verrebbero sparate ovunque e non otterrebbero l’effetto finale, ovvero riscaldare il cibo. È proprio per questo motivo, come ben sai, che non puoi utilizzare il forno a microonde con lo sportello aperto!

Tipi di microonde

I più comuni sono i forni a microonde a piastra rotante (anche io ne ho uno) e quelli menzionati nel nostro confronto con le loro molteplici funzioni (con/senza grill, con pulsanti, ruote/manopole o digitali), ma in questa sezione citeremo altre tipologie di forni a microonde presenti sul mercato, i quali probabilmente non sapevi nemmeno che esistessero e che meglio si adattano al tuo budget e alle tue esigenze.
Le differenze di prezzo, in generale, non riflettono la tipologia di forno a microonde, ma le capacità in litri che hanno a disposizione (tra i 17 e i 40 litri), il numero di pulsanti e/o la potenza con le quali lavorano (fino a 11) e, chiaramente,anche la marca.

Forno a microonde da bancone

Sono i più semplici e popolari. Vengono semplicemente posizionati sul bancone della cucina.

Forno a microonde incassato o incorporato

Sono quelli che si trovano ad una certa altezza, incassati/integrati nei mobili della cucina.

Fra questi possiamo osservare due categorie principali:

Forno a microonde senza piatto girevole

Si tratta di un forno a microonde con una superficie in ceramica liscia e facile da pulire, sotto la quale vi è posta un’antenna rotante che distribuisce le onde attraverso il cibo. Presenta un riscaldamento automatico, quindi solo selezionando il peso del cibo la temperatura e il tempo di cottura si adatteranno all’alimento.

Forno a microonde con estrattore di odori

Questa tipologia di forno a microonde presenta una combinazione ad alte prestazioni, che offre sicurezza per i bambini e molteplici altre funzioni. È dotato di piatto girevole, funzione grill, una maggiore illuminazione interna e alcune funzioni preimpostate.

Forno a microonde con cappa

Si adatta ai mobili alti, evitando di occupare altro posto in un altro mobile, senza però dover sacrificare l’illuminazione di qualità del tuo forno. Si tratta di un due in uno.

Microonde a convezione

Il suo funzionamento si basa sull’espulsione dell’aria calda da una ventola che la guida attraverso la cavità del forno a microonde: potrai preparare verdure arrostite, pizze, carni, torte e molto altro ancora.
Il cibo verrà cotto più velocemente e ad una temperatura più bassa, presenta un cestello quale accessorio per cucinare e rosolare perfettamente i tuoi pasti. Funzionano anche con utensili di metallo, e alcuni modelli hanno una griglia e più funzionalità.

Microonde a vapore

Ha una caldaia ad alta efficienza che genera un vapore che arriva direttamente dalla parte superiore interna al forno a microonde permettendo agli alimenti di essere cotti senza oli, per una cucina più sana e povera di grassi, trattenendo, allo stesso tempo, la succosità e il sapore dell’alimento.

Forno a microonde con funzione croccante

Permette di friggere con poco olio. Si consiglia di utilizzare una speciale piastra in Teflon in grado di raggiungere temperature fino a un massimo di 210 gradi Celsius.

Forno a microonde multifunzione

Si tratta del forno a microonde più moderno in assoluto. Costituito da forno a microonde e forno normale, insieme. Questo forno è inserito nella fascia medio-alta, e dispone di diversi programmi di cottura e cottura a vapore.

Microonde industriale

Si tratta di forni a microonde con differenti intensità di utilizzo: cottura leggera, media, intensa, veloce. Hanno una potenza che varia fra i 5 e gli 11 livelli; possono essere fabbricati con materiali diversi a seconda dell’uso, disponibili fino a 100 memorie programmabili, doppio magnetron e doppio riscaldatore.

Come pulire il microonde?

È davvero molto semplice: esistono prodotti speciali disponibili sul mercato per pulire questi apparecchi (zero abrasioni). Dopo la cottura, è naturale trovare macchie nel forno a microonde, le quali, a lungo andare, danno cattivo odore e riducono l’efficienza dell’apparecchio. Assicurati che il forno a microonde sia spento durante la pulizia. In basso troverai alcune alternative per la pulizia.

– Pulire il forno a microonde con l’aceto:

1. Riempi un contenitore di vetro per metà con acqua e aggiungi un cucchiaio di aceto bianco.
2. Metti il contenitore nel microonde, riscalda per circa 5 minuti (potrebbe impiegare meno tempo in un forno elettrico), e aspetta che l’acqua si riscaldi fino a che il vapore non salga lungo le pareti del microonde e raggiunga lo sporco.
3. Rimuovi  il contenitore e pulisci l’interno del forno a microonde con un panno pulito o un tovagliolo di carta fino a che non sia completamente pulito.
4. Lava il piatto girevole (se ne hai uno) con la stessa spugna che utilizzi per lavare i piatti, asciugalo con un panno da cucina o lascialo asciugare.

– Pulire il microonde con il limone:

1. Taglia un limone a metà, posiziona una metà sottosopra sulla piastra del microonde insieme ad un cucchiaino d’acqua, per circa un minuto (o comunque fino a che il limone non sia caldo e l’interno del forno a microonde non sia pieno di vapore).
2. Pulisci l’interno del forno a microonde con un po’ di carta e continua con il punto 4 della sezione “Pulire il forno a microonde con l’aceto”.

– Pulire il forno a microonde con un detersivo per piatti:

1. Riempi un contenitore con acqua calda e aggiungi il sapone liquido nella quantità più adatta.
2. Scalda il contenitore per un minuto circa o fino a quando il vapore non inizi a salire.
3. Rimuovi il contenitore con un panno umido e pulisci l’interno del forno a microonde.
4. Il vapore raggiungerà tutte le parti sporche, in modo da poter rimuovere meglio le macchie e, se lo desideri, puoi anche aggiungere del bicarbonato di sodio nel contenitore con l’acqua e il sapone, perché agisca come deodorante per ambienti.

– Pulire il forno a microonde con un detergente per vetri:

1. Mescola il liquido detergente per vetri in un contenitore (il doppio della grandezza) con acqua calda. Puoi pulire il forno a microonde internamente ed esternamente.
2. Pulisci l’interno del forno a microonde con una spugna bagnata.
3. Pulisci il piatto rotante e le prese d’aria del forno.
4. Le macchie difficili possotranno essere lasciate a bagno con il liquido detergente per vetri per 5 minuti prima di strofinare.
5. Pulisci tutto con un panno pulito (con acqua ripetendo la procedura fino a quando non profuma) e lascia asciugare il microonde.
Indipendentemente da come si pulisce il forno a microonde, non dimenticare di lasciarlo aperto per farlo asciugare e non aspettare che sia molto sporco per pulirlo (evitando che le macchie di sporco si trasformino in incristazioni), mantenendolo sempre lucido.

Quando un forno a microonde si arrugginisce al suo interno

Ciò accade quando i microonde vengono utilizzati per usi impropri. Se il forno a microonde viene lasciato acceso per lungo tempo, il metallo potrebbe essere esposto per molto tempo generando scintille in grado di danneggiare il forno a microonde. Quello che dovrai fare sarà ridipingerlo con una speciale vernice per microonde che può essere dipinta con un pennello o spruzzata. Segui le indicazioni del venditore.

Esistono microonde per mancini?

Per i mancini in quanto tali non ne esistono o per lo meno non indicati con quel nome. Tuttavia, esistono forni a microonde con sportelli al rovescio, opzion che può rendere la vita di un mancino decisamente più semplice in cucina. Bisogna solo effettuare ricerche un po’ più approfondite ma non è difficile ottenerne uno.Contenitori per microonde

Sul mercato esiste una vasta gamma di alternative per questi contenitori o accessori da utilizzare nei forni a microonde. Ecco alcuni consigli:

Contenitori in vetro o ceramica

Si tratta dei più usati, tuttavia ti consigliamo di controllare l’etichetta quando la acquisti, la quale dovrà indicare che il contenitore può essere posizionato all’interno del tuo forno a microonde. Questo perché, nel caso di contenitori in vetro, il vetro in genere non resiste al calore del forno a microonde e potrebbe causare danni.

Imballaggi in cartone o carta

Puoi usarli in tutta sicurezza, purché non presentino inchiostro o vernici che potebbero sciogliersi. Evita il cartone marrone, perché potrebbe generare incendi.

Vassoio del microonde

È un ulteriore accessorio del forno a microonde, realizzato con un materiale speciale la cui proprietà è quella di assorbire una grande quantità di energia generando l’aumento della sua temperatura. Presenta una vernice speciale che attira le microonde e può raggiungere una temperatura di circa 350 ° C. È l’unico accessorio che entra nel forno a microonde, non provoca fumi o odori. Tuttavia, non può essere utilizzato in tutte i microonde, dunque si prega di consultare il fornitore.

Perché il microonde non si accende/funziona?

Il forno a microonde potrebbe guastarsi iniziando a presentare varie problematiche. Ecco alcuni motivi per i quali potrebbe non accendersi più o funzionare non correttamente:

  • Si accende, ma non legge i comandi. Ciò può essere causato da un cortocircuito nel microcontrollore o potrebbe essere presente dell’acqua (magari dopo un lavaggio incauto) nelle membrane.
  • Si accende e legge l’ordine, ma non lo esegue. Ciò accade perché la scheda digitale all’interno è sporca, piena di grasso o olio, o magari è stata pulita con una spugna (errore grave).
  • Non riscalda. Ciò accade perché il magnetron ha smesso di funzionare. In questo caso dovrà essere sostituito.
  • Alcuni tasti non rispondono ai comandi. La membrana che copre la tastiera è rotta e influisce sul funzionamento interno della scheda elettronica. Dovrà essere cambiata o verniciata con vernice conduttrice, ma non sempre dà buoni risultati.
  • Funziona, ma non riscalda o puzza di bruciato. Un esperto dovrà controllare accuratamente tutte le parti interne del forno a microonde. A seconda dei risultati della diagnosi, potrà ripararlo o sarà necessario acquistare un nuovo forno a microonde.
    Ricorda di chiedere il supporto di uno specialista tecnico nella riparazione del forno a microonde se non sai come farlo o, semplicemente, lascia che sia un esperto a farlo.

Differenze tra un forno a microonde e un forno elettrico

Entrambi funzionano con corrente elettrica, ma il loro funzionamento è diverso.
Il forno a microonde funziona con onde elettromagnetiche, che provocano l’agitazione delle molecole degli alimenti mediante cottura o riscaldamento.
Il forno elettrico funziona riscaldando uno o più elementi riscaldanti e la preparazione dei cibi è più naturale, mantenendoli più morbidi/più succosi al loro interno e croccanti all’esterno.

Maggiori informazioni sui microonde

A causa di possibili problemi di salute che possono generare (secondo l’opinione di alcune persone), in questa sezione esamineremo alcune opinioni che dovresti prendere in considerazione quando utilizzerai un forno a microonde.

Microonde e radiazioni

L’interno del forno a microonde è completamente coperto di metallo per riflettere la radiazione nel metallo e, quindi, impedendo agli elettroni di sfuggire. Questa particolare condizione lo rende maggiormente efficiente ed è anche un modo per proteggere gli utenti dalle onde.
Finora, secondo la FDA (Food and Drug Administration) degli Stati Uniti, è stato appurato che l’esposizione all’energia dei microonde è minima.

Precauzioni in gravidanza?

Si tratta di una domanda molto comune; tuttavia, possiamo affermare che il forno a microonde, da questo punto di vista, è sicuro, dal momento che i produttori sono tenuti a rispettare rigorosi standard di sicurezza tali da garantire che i livelli di emissione siano ben al di sotto del limite consentito per gli standard di salute.
Allo stesso modo, in caso di dubbi, evita di stare di fronte al forno a microonde durante il suo utilizzo, qualora si pensi potrebbe danneggiare il feto. Le microonde emettono radiazioni non ionizzanti, come quelle generate da televisori, computer, fotocopiatrici, telefoni cellulari, e dunque la maggior parte dei dispositivi elettrici, pertanto non generano danni a meno che non vi sia una sovraesposizione. Ad ogni modo, questo argomento è ancora in fase di studio. Quindi, stay tuned!

Microonde e plastica

Attenzione al contenitore di plastica che state utilizzando. Se questo contiene bisfenolo (contenitori contrassegnati con il numero 7), lo stesso elemento, in grandi quantità, potrebbe essere dannoso per la salute. Usa solo contenitori contrassegnati con i numeri 2, 4 e 5. Tuttavia, ti consigliamo di utilizzare quelli in silicone, che sicuramente sono molto più semplici da pulire e non presentano rischi per la tua salute.

Il microonde e l’alluminio

L’alluminio sotto l’esposizione delle microonde potrebbe finire per scioglieresi e persino causare ugravi danni all’impianto elettrico di casa. Non utilizzarlo!

Il microonde e il metallo

Il metallo è un conduttore di elettricità e potrebbe essere pericoloso. Non usare nessun oggetto che contenga parti in metallo, come pentole, padelle, posate e simili. Attenzione a tenerli sempre lontani dal forno a microonde. Potrebbe, infatti, influenzare l’intero meccanismo a microonde e danneggiarlo.

Contenitori per microonde e polistirene espanso

Seguire i consigli forniti nella sezione “Microonde e plastica”.

Leave a Comment